Pensieri shot 1994

Le lacrime sono come le bugie non sai mai se sono vere

Entrare nel tuo cuore e’ stata la difficolta’ piu’ facile

ora gia’ mi preoccupo di come sara’ per uscirne

*

Dammi il tuo amore

senza di quello la vita e’ un dolore

dammi il tuo amore

*

Per ogni goccia d’amore c’e’ un cuore ferito

per ogni giorno che passa c’e’ una notte che arriva

*

Piu’ vuoi bene a una donna e meno lei te lo dira’

frans1994

Destino

Il destino a volte e’ un torrente in piena

travolge tutto davanti a se

porta con se alberi detriti

pensieri vissuti e ardore di questo vivere

Il destino a volte sfocia in mare

con l’impeto che a monte aveva

influisce nel mare ma come la vita rasserena

depositando a fondo

per poi restituire portando alla spiaggia

ma la sabbia come uno stomaco assume

per rendere utile tutto cio’ che e’ arrivato

Il destino poi disegna scenari a volte tetri a volte sublimi

dove i nostri peccati insabbiati resituiscono scenografie

di storie passate affascinanti di vite altrui

Il destino a volte compie miracoli dove il nostro vivere

senso non trovava ma come spettatori ci troviamo

su quelle spiaggie ad osservare tutto cio’

frans301207

Notte di note

Notte di note notte di lode

di chi seduto sta a guardar

la luna respirar

arie di note soavi in arpe suonate

da menestrelli stanchi

di dita provate di giornate suonanti

Notte di note notte di lode

ad ascoltar vita passare

di una nota stonata o di respirar lieve

che rinfranca questo vivere

leggero ma pesante

di pensieri importanti

di notti passate ad ascoltar musiche

senza tempo e di arie leggere

come questo vivere

frans020107

A Gabriele detto GABO

La vita come il tiro di uno sciaquone

la vita come il sasso in uno stagno

la vita come un bel fiore reciso

nessun rispetto per un vivere dignitoso

di un male da estirpare

come il potere di una mano che un proiettile lancia

quale arroganza nelle mani di chi passione non prova

di compassione meno

nel valore di una vita strappata

per un gioco che piu’ gioco non e’

ma battaglia al limite della delinquenza

che fa’ rima con violenza

una palla come un cannone

che straccia la vita come un foglio di carta

preferisco non vivere questo gioco 

che morte porta e vita toglie

il sole vorrei vedere e nel sole vorrei sempre giocare   

frans

A volte la notte

A volte la notte tepore porta

con se stanchezze di battaglie mai terminate

di lancie lanciate nel vuoto

con la speranza di finire sul suolo

perche’ raccoglierle dovrai

come energie perse da recuperare

per poter con slancio ricominciare a

battere le strade di gioie conquistate

di vinti onorare e vincitori sentirsi

per poter al tramonto riposare ancora

cantare canti in coro

prima del tepore ancora tornare

per poter finalmente dire al risveglio

vincitore sono stato

vinto potro’ essere

ma il cuore ho lasciato

perche’ il cuore ho donato

frans220507

 

 

Amore dolce Amore

Amore dolce amore

fiume in piena tra rivoli d’acqua chiara e trasparente

simbiosi di vita tra luce e colori

tenui di pastello e polverosi di gessetto

lampi di un temporale di primo mattino

dove il sole non fa’ capolino

ti lascia un brivido sul pensiero

volare alto sospinto da quei venti

che salgono di maestrale e calano di levante

Amore dolce amore

come un vizioso desiderio di un amplesso

che comincia e finisce nel momento

in cui accendo una sigaretta e so gia’

che ne desiderero’ un altra

Amore dolce amore

come il primo tiro

dipendenza vitale come il respirare

Bacio

Un bacio per dimenticare

un umore per determinare

se una storia deve continuare

una dolce musica per cambiare

lo stato delle cose

voler capire se amore deve continuare

Insicurezza

Ostento insicurezza che non ho

incertezze che la vita mi ha posto

sicuro comunque di essere sicuro

ma come un teatrante

rappresento l’arroganza del mio essere

come un cucciolo cerca il calore materno

adulto dentro e cucciolo fuori

non lascio trasparire certezza alcuna

innocente come un assasino

ogni giorno si trova a

commettere lo stesso delitto

cioe’ il proprio

di colui che uccidere altri non vuole

mi lecco le ferite di chi

ferite visibili non ha

ma un cuore infranto si

come un teatrante spero di raccogliere

l’applauso che tarda ad arrivare

ma un pubblico non odo ma tanta vita passare

che tra un semaforo e l’altro mai verde diventa

come un teatrante fingo di vivere la vita altrui

perfezionare ed amplificare le gesta di chi gioca

come un giocatore di fronte ad una porta

pronto a tirare il rigore che vittoria  dovra’ dare

come un teatrante decanto i versi e

lascio andare i versetti

perche’ il finale sta per arrivare

nostalgico sento che la prima ancora deve partire

frans020506