Scrivo e riscrivo

Scrivo e riscrivo

leggo e rileggo

cio’ che ho scritto e la domanda e’

ma sono stato io?

sciocca ed ingenua come la domanda

la capacita’ sopita che se ne sta la’

in attesa che io la prenda

come una composizione

metto giu’ le note e mi accorgo del lavoro

solo ad opera conclusa

Come un film vivo a fotogrammi

gli avvenimenti che si traducono

in righe che forse qualcuno

un giorno leggera

ma la soddisfazione del mio scrivere

la godo solo nel momento che la rileggo

ma la domanda e’ perche’?

anche qui la domanda di perplessita’

se ne va’ quando l’ispirazione mi coglie

e traduco in lettere cio’ che scrivo

A volte come una droga l’amplifico

per esserne piu’ felice e godere

di questo evento ma le parole

sono un evento arcano per chi

come me non pensava

di questa cruda capacita’

ma a volte il crudo primeggia

nel gusto di questo vivere

a me non resta che continuar

nel scrivere di questi miei

pensieri e parole

frans240308

Sogni tanti sogni voglio avere

Sogni tanti sogni voglio avere

per sopperire a questa vita fatta

di colpi bassi e botte nei denti

sogni tanti sogni voglio avere

per drogare lunghe notti passate

a pensare al senso di questo vivere

sogni tanti sogni voglio avere

perche’ almeno qualcuno si realizzera’

e la vita un senso avra’

sogni tanti sogni voglio avere

perche’ il mondo e’ grande ed io

voglio averne abbastanza per soddisfare

l’ego che pace non ha

sogni tanti sogni voglio avere

per avere lo spirito di poter cambiare

sempre la piattezza che questa societa’ ci regala

sogni tanti sogni voglio avere

per poter godere ed esser felice

al mattino quando mi svegliero

sogni tanti sogni voglio avere

per realizzare anche i sogni degl’altri

che sogni non hanno

frans240308

Tu mio grande amore

Dedico questo scritto a tutte le donne che sanno cosa vuol dire amare…e dare veramente cio’ che di meglio c’e’

in ognuna di loro,ringrazio la mia mamma che mi ha dato l’ispirazione per questi miei pensieri che se ne stavano li

in un angolo :-)) 

 

Tu come un fiore al mattino quando mi alzo

apri il tuo bocciolo per profumare le giornate

di questa mia vita

Tu mi hai insegnato a respirare di quest’aria

fatta di problemi e soluzioni da prendere

Tu mi hai fatto capire come prendere la vita e

dargli un ordine che senso non aveva

Tu che rendi ogni avvenimento

un incredibile divertimento

Tu che fai scorrere dentro te

le emozioni che a fatica riuscivo a capire

Tu che hai saputo cantare la mia musica

priva di parole ma come d’incanto sei riuscita

a strapparle a libri mai aperti e mai letti

Tu che riesci a farmi sentire il sole e

con mistero riesci a far girare i pianeti intorno a me

Tu come il cosmo riesci a far diventar stelle

i dolori e le sensazioni che dolentemente riesco a darti

Tu che tutti i giorni sopporti quel non sentirti triste

per l’ indifferenza da ingenuo Peter Pan che ho

Tu come il sole scaldi quel letto che

sempre tardi arrivo a scaldare

Tu che ad ogni mio sobbalzare

riesci a sobbalzare con me

Tu con il tuo darmi per un soffio del mio vivere

che ti concedo insensatamente

Tu e del sapere che con me

un futuro certo non avrai

perche’ di certezze non sono fatto

ma di sogni a cielo aperto

di spiaggie lontane da visitare e

traguardi da raggiungere

Tu del tuo accontentarti di cio’

che la vita di ogni giorno sapra’ darci

Tu che con me non riuscirai a

sentirti la principessa su un cavallo albino

che attenui il faticoso cammino

che t’aspetta in questa vita

La mia vita ti dedichero’

se un giorno ti trovero’

frans240308

p.s. sicuro della provocazione che ho lanciato..attendo!! :-))

Piangere perche’ piangere

Per far uscire la tristezza accumulata

la sensibilita’ che pace non trova

che non si trasforma in

questo vivere fatto di episodi

considerarsi solo in un mondo sovraffolato

di  pensieri che circolano in strati d’aria condensata

ma il segreto sta nel ritrovare se stessi

la felicita’ di un sorriso di un abbraccio

di uno spiraglio nel grigiore di giornate noiose

senza musica e colori

ma il cielo lo coloriamo noi

la musica la suoniamo noi

a volte ci dimentichiamo

di essere gli artefici del nostro vivere

vincere o perdere dipende da noi

frans160308

Relazioni

Buttiamo via anni in relazioni

a volte belle a volte brutte

come rigattieri a volte accantoniamo

le storie belle e le incelofaniamo

nel limbo le mettiamo

perche’ sappiamo del valore che hanno

quasi come un vino lo lasciamo maturare

noi c’e’ ne disfiamo per un po’

stanchi un po’ antiquati li riteniamo

viviamo col pensiero che la’ stanno

prima o poi come il capo di moda tornera’

a farsi vedere perche’ come i colori

loro tornano a bussare alle porte

del nostro abbigliamento o del nostro vivere

come antiquariato o come un demode’

lo abbiamo lasciato per poi un bel giorno scoprire

che non e’ mai passato

che lui avrebbe sempre fatto la sua bella figura

Ci accorgiamo che l’artefatto

un po’ invecchiato eravamo noi

che l’avevamo lasciato la’

con l’idea che prima o poi ritornera’

lui se ne andato spostato

da chi padrone non aveva

di chi invece con il buon gusto dell’amatore

lo ha raccolto l’ho ha guardato

ed ha detto che gran pezzo

di storia mai passato

nel mio cuore sei sempre stato

ma qualcuno ti ha gettato

non sapendo quanto avrei donato

per averti ancora accanto o indossato 😉

frans240108

una persona speciale

Una persona speciale

con un vivere intenso

le emozioni che hai vissuto

ti hanno reso la vita un po’ un peso

ma il tuo vivere ti ha insegnato

ad ignorare la sofferenza

come una piuma resti sospesa

da le correnti violente

il tuo nocciolo dolce e tenero

coperto dai dolori che hai provato

la tua spontaneita’ rasenta

l’innocenza di un bambino

come l’entusiasmo che sprigioni

quando qualcuno ti si avvicina

in tua compagnia mi sono colorato

come una fotografia con il mare

la sabbia ed un sole rosso al tramonto

frans180208

Terre dal nome Italia

Volevo dedicare questo scritto alla ns amica Italia, che mi aveva chiesto di partecipare ad un concorso di poesia a cui poi alla fine non ho partecipato, perche’ la poesia e tutt’altro dal mio modo di scrivere.Per far diventare i miei scritti poesia necessitava di impegno e studio che ad ora non ho tempo di perfezionare perche’ chi mi conosce sa che ho sempre mille attivita’ da fare,”il tempo a volte e’ un ladro goloso della ns vita”:-))…bondja a toda la galera

Terre di mare di dogi nostri signori

Terre di laguna che fertili son diventate per l’impegno che han donato per strapparla a fango e mare

Terre di battaglie di coraggiosi uomini che in montagne stavano per terre liberare

Terre di montagna di sangue versare nel tentar di unire

Terre che per tempo son state divise da imperatori e re

Terre dai mille colori che poeti e maestri

dannati son diventati per insegnar noi di questi colori

Terre che i nostri santi hanno percorso in groppa ai loro asini 

che hanno rinunciato alle loro vesti per poterle consacrare

Terre che come i profani ora ci troviamo a voler distruggere e dividere

per infangare gl’ideali di coloro che morti sono

per questa terra che Italia si chiama

frans150108   

festa del 8 marzo…:-))

ciao a tutti :-))

Ieri guardando il giornale ho visto l’intervista ad un grande attore…che ha rilasciato questo pezzo d’intervista e per la festa della donna volevo indicarvi cio’ che agli uomini interessa veramente 😀

Lo so qualcuna di voi dira’ conoscendomi che sono un provocatore…..ma questa volta non e’ cosi…quindi cercate di non trasformare la festa della donna nella festa della f… secca. 

**** 

Non ti è mai pesato essere un sex-symbol?
Mai. Mi piace piacere, sia alle donne che agli uomini.Sai, ci sono donne anche bellissime che io chiamo “fighe secche”, perché non trasmettono niente. Sapere di trasmettere emozioni invece è splendido.

***

n.b. per chi si sente un po’ san tommaso anzi tommasa…intervista oggi presente su libero.it 

p.s. non deve essere sempre tutto cosi serio sul mio blog…ci ci co co…anche perche’ secondo voi io sono serio?

buon 8 marzo