augurio di natale

ancora una volta un augurio speciale e’ ora di fare

l’imbarazzo superare dall’evento che ci unisce in questo periodo

dell’indifferenza che per un anno ci ha separati

per trovar parole da scrivere per un natale di auguri

ma l’uomo si riconosce nell’unione degli eventi che li unisce

la prova e’ l”augurio che vi mando

che questo natale sia quello in cui i desideri infila si mettano

per trovare il tempo di esaudirli e di condividerli

con le persone care che voi avete e che un pensiero

vada a chi lontano e’

e altri desideri non ha

che felice essere di cio’ che ha

perche’ non c’e’ cosa piu’ bella di essere vivi e felici

ed e’ questo l’augurio che vi faccio

per un natale ed un nuovo anno che arrivera’

Tanta gioia frans241208

S.O.S. CANILE DI ARZIGNANO

Io odioooooooooooooooo il Natale 😀

A parte la mia idea sull’ipocrisia di questo periodo

a volte vorrei addormentarmi prima di natale

e risvegliarmi al 7 di gennaio quando vedo

situazioni come quella di oggi sul giornale

e quindi inoltro a voi cio’ che ho gia’ fatto quest’oggi

quindi se tra i meandri di tutte le cose che avete

c’e’ una coperta vecchia

fate un favore a voi stessi

portatela al canile di arzignano e

aiutate qualcuno che effettivamente ha bisogno

http://www.canilediarzignano.it/       oppure 333-7170707

Toda joia por todo

quando sali a cavallo

vivere aspettando l’ora che arrivera’

per salire sul quadrupede che ti attende

la’ in quel box fatto di tre pareti ed una porta

che attende che tu la apra’

in quel box c’e’ qualcosa d’immenso che alcuni non percepiscono

ed io devo dire che fortuna ho avuto d’incontrare questo sport

fatto di grandi sacrifici ma tanto grandi

sacrificare il tempo che a giorni vola via

mentre altri sembran eternamente eterni

del fisico che risente di tutti gli sforzi e delle rinunce che hai fatto

ogni giorno non sembra mai lo stesso giorno

delle ore passate a curare e osservare chi sulle spalle ti deve portare

per quel esercizio fare e che sia sempre migliore

ci son giorni che non vorresti salire per la fatica che ti aspetta

con il pensiero che grandi soddisfazioni non ti dara’

ma quando quell’ora passa

ti rendi conto che non scenderesti e

che un altra ora faresti per altri giri fare

su quell’ammasso di pelo alto piu’ di te

che morderti tende se ben bene l’hai spronato

ma i sacrifici non finisco solo a quel fisico provato che ti ritrovi

sono i sacrifici esterni che battono su quel chiodo fisso

che sono i divertimenti che devi toglierti

delle tante cene a cui devi rinunciare per i conti far tornare

del paio di scarpe in piu’ che non compri

dei jeans che speri durino piu’ del loro tempo

anche qui pero’ ci son due occhi che guardano te quando arrivi

dei sussulti che senti quando passi dritto davanti casa sua

del suo nitrire per dire guarda io sono qui ed aspetto te

anche se so che fatica mi costera’ questo mio nitrire a te

cosi l’animo pace non trova

nell’intento di realizzare quel desiderio di acquistare quell’amico

perche’ ormai un amico e’ diventato per quanto ti conosce

i tuoi desideri sono tutti li in quelle quattro gambe stese e tese

a volte mi dicevano vedrai un giorno perderai la testa anche tu

per due gambe

ed io invece l’ho persa per quattro

e un senso non riesco a trovare

a cio’ che il destino ti riserva

vivere a cavallo e’ un senso che ora riesco a percepire

e’ un po’ come dire di aver un posto auto nel parcheggio del paradiso

e la piazzola a fianco sappi che e’ quella del signore

perche’ a volte li sopra ti senti come un dio

ma quando scendi sei un cristiano come tutti gli altri

ma loro sono il mezzo per farti sentire cosi

un eletto nel creato del nostro signore

perche’ lassu’ senti la leggerezza degli angeli che a terra non trovi

quando scendi ti sembra di aver viaggiato

dall’altra parte delle nuvole che da terra non vedi 

ma come in aereo quando atterri

senti l’animo calarsi nella vita di tutti i giornii

fatto di compromessi e sacrfici

sentirsi cavaliere vuol dire

sentirsi veri umili e fieri

frans081208

Daniela la mia deutschland insegnante

Questa la dedico alla mia maestra DANIELA

che nel mio vivere ho incontrato e

se anche non lo sa

ma lo sapra’ se leggerà

qualcosa mi ha insegnato finora e non solo

il non semplice andare a cavallo.

Io e il mio cavallo che mio non e’

in comune abbiamo questa vita

che ci e’ stata donata

a volte e’ difficile pensare al perche’

del capirla e di viverla

io e lui in comune nulla e tanto

avversi e solitari

come spesso ci e’ capitato in questa vita

ma un giorno succede di incontrare qualcuno come te che

un punto fisso non trovava perche’ trovarlo era difficile

del nostro sentirsi unici in quell’ignoto di incontri e abbandoni

sentirsi soli in parchi giochi di simili uguali non a noi

il destino che corre

ma noi correre non volevamo

perche’ pace non si trovava

in certe situazioni che non erano nostre

attriti provare con chi un semplice giro voleva fare

sentirsi soli con chi in groppa portava il suo vivere

fatto di confusioni e disperazioni

l’animo sopito se ne stava nell’attesa di riscoperta trovare

l’incomprensione come un destino fatale verso un punto di non ritorno

finche trovi qualcuno che crede in te e

che nulla in questa vita va buttato

va cercato salvato e rigenerato

perche’ anche l’ultimo non e’ mai ultimo

e solo un incompreso che si e’ abbandonato

a respirare mangiare ed aspettare

un altro giorno passare

capire e’ la sfida piu’ difficile da comprendere

gli audaci non si fermano perseverano credono

che tutto si puo’ se si vuole senza timore

l’asino sara’ sempre asino

ma sara’ un asino migliore

se un credere gli si puo’ concedere

lavorare perseverare ed andare

cosi il mio cavallo non e’ diventata

un elegante bistecca da servire

ed io non sono solo piu’ un uomo

ma un cavaliere principiante capace

di poter cavalcare ed essere tenace

di fare cio’ che i desideri

mi chiedono di realizzare

frans291108