LA STORIA DELLLA VITA E’ SEMPLICE

LA STORIA DELLLA VITA E’ SEMPLICE
COME QUESTO RACCONTO.
“Una ragazzina ha deciso di dipingere un quadro con una casa in tempo per il compleanno della madre. Nella sua mente il quadro è già finito, ella sa come attuarlo nel più piccolo dettaglio, resta soltanto di metterlo giù sulla carta. Prende la scatola con i colori, il pennello e lo straccio, e piena di entusiasmo e felicità si mette al lavoro. Tutta la sua attenzione e interesse sono concentrati su ciò che fa, niente può distrarla dal lavoro in corso. Il quadro è finito in tempo per il compleanno. Con grandissima abilità ha ritratto la sua idea della casa: è un’opera d’arte perché è tutta sua, ogni pennellata è fatta per amore verso sua madre; ogni finestra, ogni porta ritratta con la convinzione che doveva essere lì. Quand’anche possa sembrare una baracca, è comunque la più perfetta casa mai realizzata in un quadro;è un successo perché la piccola artista ha messo tutto il suo cuore e la sua anima, tutto il suo essere nel farlo.
Questa è salute; questo è successo e felicità e vero servizio: servendo per amore, in perfetta libertà, ognuno a modo suo. E così scendiamo in questo mondo, sapendo quale quadro dobbiamo dipingere, avendo già tracciato un piano del nostro passaggio nella vita, e tutto quello che ci resta da fare è di metterlo nella sua forma materiale. Andiamo avanti pieni di gioia e interesse, concentrando tutta la nostra attenzione nel perfezionare quel quadro, con grandissima abilità, traducendo i nostri pensieri ed obiettivi nella vita terrena in qualunque ambiente abbiamo scelto. Poi, se seguiamo dall’inizio alla fine i nostri veri ideali, i nostri veri desideri con tutta la forza che possediamo, non c’è fallimento: la nostra vita è stata un successo splendido, sano e felice.
La stessa storiella della giovane pittrice illustra come, se lo permettiamo, le difficoltà della vita possano interferire con questo successo, salute e felicità, e ci distolgano dal nostro scopo.
La ragazzina sta dipingendo indaffaratamente e felicemente quando arriva qualcuno e le dice:”Perché non mettere la finestra qui e la porta lì, e poi il sentiero del giardino dovrebbe andare così”. Il risultato della giovane sarà di perdere totale interesse nel lavoro, può darsi che continuerà, ma ora sta mettendo giù sulla carta soltanto idee altrui. Può scocciarsi, diventare irritata, infelice o impaurita nel rifiutare questi suggerimenti o incominciare a odiare il quadro e forse strapparlo: la reazione dipenderà dal carattere della ragazzina. Il quadro finale potrebbe essere una casa riconoscibile, però sarà imperfetta e un fallimento perché è l’interpretazione dell’idea altrui e non quella della ragazzina. Non può servire come regalo di compleanno perché può darsi che non sarà completato in tempo e la madre dovrà aspettare tutto un altro anno per il suo regalo.
Questo è malattia: la reazione all’indifferenza;questo è fallimento e infelicità temporanea. Questo accade quando permettiamo ad altri di interferire con lo scopo della nostra vita e impiantare nella nostra mente dubbio, paura e indifferenza.”
E. Bach

Tu lo sai

tu lo sai Raccatto i miei pensieri
che sono sempre li impressi nei ricordi
passa il tempo ma tu sei sempre presente
tu lo sai Racimolo le mie energie
che sono sempre tante ma di fronte al tuo
sorriso svaniscono sempre come un bagliore
della stella che cade per poi morire
tu lo sai Raffinato sono nella ricerca
dei miei dolci pensieri e tu sei tra i piu’ dolci
che sono sempre presenti e
sempre si Rafforzano
tu lo sai Ragazza che sei il vento di freschezza
che mai mi lascia solo perche’ come un aria resti sempre
a profumare quei ricordi che restano sempre freschi
tu lo sai Raggeli sempre i miei desideri
perche’ con te vorrei stare ma come il ghiaccio
hai sempre raffreddato le mie esplosioni di desideri
tu lo sai ragionare con te non e’ sempre facile
perche’ vorresti sempre essere al di sopra
di cose eventi e momenti che pero’ non vuoi concedermi
tu lo sai Rampante come non mai a me non resta far altro
che scrivere sperando che tu legga che qui con me tu sei sempre presente

e che altro non posso avere
che il tuo ricordo e niente altro
frans27012012

siamo

siamo frammenti di vita in cerca di spazi dove riposare
in cerca sempre di energia vitale per farci star male
perche’ nel dolore si trova speranza per esser felici
si cade nel buio speranzosi di trovare luce
ci si accende come una candela per emanare speranza
di felicita’ che i desider si possano realizzare
viviamo di luce che non abbiamo e quindi crediamo
di trovar pace in luce altrui
frans27012012

Quanti-Quante

quanti errori fatti e rifatti
quante delusioni date e ricevute
quanti sogni sempre incominciati ma mai finiti
quante persone conosciute e dimenticate
quanti giorni spesi a dare ed altri a ricevere
quante finte felicita’ si dovevan regalare
quanti passati senza futuro
quante certezze diventate illusioni
quanti amori diventati dolori
quante carezze diventate schiaffi
quanti amori che non erano amore
quante e quanti altri perche’ ancora ad oggi
son convinto che nessuno se ne chiuso
frans14112011